PITTI MODA FIRENZE
Vacanze di Pasqua a Firenze a due passi dal Duomo
Visita il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze!
  • PITTI MODA FIRENZE
  • Vacanze di Pasqua a Firenze a due passi dal Duomo
  • Visita il Museo dell’Opera del Duomo di Firenze!

you say love, I say tomato

La web serie de Il Guelfo Bianco Guarda il trailer

You say love, I say tomato

Jenny, una giovane donna inglese si regala un viaggio in Italia per festeggiare la sua nuova vita da single e approda a Firenze, per la prima volta nella sua vita. Invischiata, suo malgrado, nell’atmosfera romantica dei luoghi più visitati della città, si imbatte in un pomodoro che rotola sul marciapiede, proprio di fronte alla porta dell’hotel. Nel tentativo di raccoglierlo la sua mano incontra un’altra mano…
Caso, fatalità, destino?
Fatto sta che da quel momento il viaggio di Jenny a Firenze prenderà tutta un’altra piega.
Segui le avventure di Jenny!

Episodio 1
Episodio 2
Episodio 3
Episodio 4
Episodio 5
Episodio 6
Episodio 7
Epidosio 8

i protagonisti

Jenny

Una rossa britannica, eccentrica, istintiva, piena di energia e di voglia d’avventura.
Nella necessità di dimenticare i recenti fallimenti sentimentali, decide di rigettare ogni stereotipo romantico e di prendere in mano le redini della sua vita viaggiando alla scoperta del nuovo.
A sgretolare ogni sua convinzione, Firenze – luminosa, vivace, imprevedibile – che le farà fare un viaggio nello spazio e nel tempo attraverso un incantesimo.
Galeotto fu un pomodoro e chi lo raccolse…

Michele

Un biondo toscano verace, sfuggente, timido, un ragazzo con i piedi (e le mani) sulla terra….
Local e global, esprime la sua personalità sia nella sua madre lingua toscana che nel suo inglese fluente, un esemplare umano che segue il ritmo delle stagioni e che viaggia solo a km 0.
Chissà se anche per Michele, Firenze – lo scenario quotidiano della sua vita prevedibile – diventerà il luogo di partenza per una nuova avventura?
Galeotto fu un pomodoro e chi lo raccolse…

i protagonisti

Jenny

Una rossa britannica, eccentrica, istintiva, piena di energia e di voglia d’avventura.
Nella necessità di dimenticare i recenti fallimenti sentimentali, decide di rigettare ogni stereotipo romantico e di prendere in mano le redini della sua vita viaggiando alla scoperta del nuovo.
A sgretolare ogni sua convinzione, Firenze – luminosa, vivace, imprevedibile – che le farà fare un viaggio nello spazio e nel tempo attraverso un incantesimo.
Galeotto fu un pomodoro e chi lo raccolse…

Michele

Un biondo toscano verace, sfuggente, timido, un ragazzo con i piedi (e le mani) sulla terra….
Local e global, esprime la sua personalità sia nella sua madre lingua toscana che nel suo inglese fluente, un esemplare umano che segue il ritmo delle stagioni e che viaggia solo a km 0.
Chissà se anche per Michele, Firenze – lo scenario quotidiano della sua vita prevedibile – diventerà il luogo di partenza per una nuova avventura?
Galeotto fu un pomodoro e chi lo raccolse…

con la partecipazione speciale di

Antonella

La direttrice dell’Hotel Il Guelfo Bianco, consulente di viaggi e, all’occorrenza, psicologa per cuori infranti.

Giulia

La direttrice del Bistrot Il Desco, che attraverso i suoi piatti abbatte le barriere e riduce le distanze a km 0.

Elena

Nel suo Podere La Croce, chi ben semina bene raccoglie, seguendo il ritmo delle stagioni dell’orto e del cuore.

Segui la web serie sui nostri social networks